Tag

, , ,

La radice della parola patto, dal latino pactum, è pax-pacis. In effetti, i patti sembrano avere la precisa caratteristica di mettere fine alle frizioni, stabilendo delle regole all’interno delle quali i contendenti trovano nuovi equilibri e finalmente dirimono la loro controversia.

Scellerato letteralmente significa “che proviene dal delitto”, infatti delitto in latino si dice selerum-sceleris. I delitti creano squilibrio in una comunità, l’armonia si rompe, lasciando spazio ad insicurezza e paura, facendo rivivere la condizione dello stato di natura in cui gli uomini, per dirla con Hobbes, erano lupi per gli altri uomini. Con il delitto si perde la pace.

“Patti scellerati” sembra un’espressione fortemente contraddittoria: può esistere una pace che proviene da un delitto? Sicuramente no, ma può certamente esistere una pace, un accordo tra coloro che commettono delitti. Sono accordi che generano delitti firmati in solido da criminali, perché l’unione fa la forza anche nella criminalità.

La forza delle mafie è nel fare gruppo, nel farsi percepire come una solida famiglia unitaria, come navigata azienda che sa proporre i migliori affari a chi ne ha bisogno. La mafia non sottoscrive contratti, ma fa patti, patti scellerati.

Patti con le altre mafie per la spartizione dei luoghi di azione.

Patti con gli affiliati per il rispetto delle regole, spesso sigillato da riti di iniziazione dei nuovi adepti.

Patti con le vittime di estorsione

Patti con gli imprenditori disposti a tralasciare ogni remora etica in nome di un affare redditizio.

Patti con i politici per riceverne i favori.

Patti con i funzionari della pubblica amministrazione per ottenere appalti e finanziamenti.

Patti di qualsiasi tipo con qualunque persona possa essere comoda in un determinato periodo.

Patti, patti scellerati che vengono stretti tra persone della malavita e soggetti che vivono nel male. Patti che non hanno un colore politico, che sono trasversali da destra a sinistra, che coinvolgono ogni strato della società. Scellerati patti democratici che si rivolgono a tutti senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione e partiti politici. Patti che ingabbiano una società necrotizzandola nella melmosa scia della convenienza senza morale. Patti che invischiano ogni categoria, sporcando anche quelle che si proclamano pulite. Patti mai giustificabili con una mafia che non deve poter dettare regole e non deve potere avere capacità contrattuale in alcun modo.

Simona Melorio

Annunci