Tag

, , , , , ,

Se le accuse di associazione mafiosa nei confronti delle famiglie Fasciani e Triassi sono cadute non significa che la mafia a Roma non esiste. La Capitale, da anni, vede la presenza di sodalizi mafiosi ben definiti, alcuni dei quali hanno anche rapporti con le originarie cosche calabresi, così come con clan campani e con gruppi siciliani. Se, dunque, il processo d’appello alle due famiglie di Ostia, quartiere litoraneo di Roma, ha cassato la pesante aggravante della modalità mafiosa ciò non cancella i reati che hanno permesso loro di controllare le attività illecite della zona. Dieci condanne e otto assoluzioni per vari reati contestati “finalizzati alla commissione di delitti di usura, estorsione, controllo di attività economiche, concessioni, appalti, intestazione fittizia di beni, associazione armata per l’importazione dalla Spagna e per la distribuzione e cessione di sostanze stupefacenti” (Ansa). Reati gravissimi che parlano di una fitta rete di interessi economici che le organizzazioni erano pronte a difendere a qualunque costo, come con quel pacco bomba che fece scattare le prime indagini che hanno dato origine a questo processo. Una pagina giudiziaria lunga il cui esito – ovviamente non definitivo e prima ancora delle motivazioni sulla sentenza – genera scalpore e polemiche. Come la questione che riguarda il X Municipio della Capitale – di cui fa parte il quartiere Ostia – che resta commissariato senza la possibilità di tornare al voto nelle amministrative di queste settimane. Oppure le richieste dell’associazionismo antimafia sul futuro del territorio di Ostia “che deve finalmente affrancarsi dal potere espresso dai clan e dalla corruzione che ha segnato l’operato dei suoi uffici municipali, oggi sciolti proprio per mafia”, scrive ‘Libera’ in una nota. Un processo sicuramente di fuoco, come scrive ‘Il Fatto Quotidiano’, con accuse contro magistrati e giornalisti. È la stessa testata a ricordare che i giudici di questo processo sono gli stessi che stanno vagliando la posizione degli imputati in “Mafia capitale” e che “la sentenza è arrivata alla vigilia di un’udienza chiave, quando nell’aula bunker di Rebibbia inizieranno a deporre i collaboratori di giustizia che hanno dato impulso all’inchiesta sul mondo di mezzo”. Ma è doveroso specificarlo: si tratta di due storie giudiziarie differenti e ognuna avrà esisti diversi a prescindere dai tratti comuni, come gli interessi e le mani su una città così importante come Roma.

Alessandro Bottone

  1. MAFIA, OSTIA: 10 CONDANNE MA CADE ASSOCIAZIONE MAFIOSA, DA ‘ANSA.IT’
  2. OSTIA, IL PROCESSO FASCIANI-TRIASSI, CADE L’ACCUSA GRAVE DELL’ASSOCIAZIONE MAFIOSA, DA ‘IL FATTO QUOTIDIANO’
  3. OSTIA, LA MAFIA NON ESISTE PIÙ, DA ‘IL FATTO QUOTIDIANO’
  4. DIECI CONDANNE IN APPELLO AD OSTIA, DA ‘ADN KRONOS’
  5. I DETTAGLI DELLA STORIA GIUDIZIARIA, DA ‘RAI NEWS’
  6. LA MAFIA AD OSTIA E IL COMMISSARIAMENTO DEL X MUNICIPIO, DA ‘OSTIA TV’
  7. LA NOTA DI ‘LIBERA, CONTRO LE MAFIE’ SULLA SENTENZA
Annunci