Tag

, ,

Nel calendario della polizia, il 6 agosto è uno dei giorni più  significativi, cerchiato in rosso, perché marchiato dal sangue di una donna e  quattro uomini,  assassinati da mano mafiosa, in circostanze diverse e seppur in anni distinti.

Stamattina sono stati ricordati il commissario Capo Beppe  Montana, ucciso il 28 luglio 1985 a Porticello, il vice questore aggiunto  Ninni Cassarà e dell’agente Roberto Antiochia, caduti il 6 agosto 1985, in viale  Croce Rossa e dell’agente scelto Antonino Agostino e della moglie Ida  Castelluccio,uccisi il 5 agosto del 1989 a Villagrazia di Carini.

CONTINUA A LEGGERE SU ‘IL GIORNALE DI SICILIA’ (EDIZIONE PALERMO)

Annunci