Tag

, ,

Quante ragazze hanno subito il fascino del criminale?
Quante giovanissime hanno seguito il sogno di un marito potente, rispettato,  ricco, anche se criminale?
Le moto, i vestiti firmati, i regali importanti, i gioielli hanno fatto breccia nel cuore di molte adolescenti nel mondo. In alcuni luoghi di alcune città,  tutte queste cose si incarnano in figure poco raccomandabili ma di grande carisma: giovani mafiosi, camorristi, ‘ndranghetisti.
Ostentano sicurezza, mostrano ricchezza, affermano potere e danno protezione.
Fidanzarsi con uno di loro significa essere riempita di regali,  potersi permettere di andare in certi locali da capogiro e soprattutto essere intoccabile.
Essere la donna di un criminale appartenente alle mafie equivale ad essere completamente fuori da ogni possibile corteggiamento ulteriore.
Se sei la donna di un camorrista nessuno si avvicinerà a te e tutti ti tratteranno con rispetto.

L’unica controindicazione, roba di poco conto, è il rischio di rimanere vedova prima di tante altre donne, oppure di dover crescere da sola i tuoi figli tra una visita e l’altra al padre in galera.

Forse non conterà troppo il tuo parere in casa, forse non avrai la libertà di andare a lavorare, forse ti sentirai sola e la paura ti assalira’; ma in fondo essere la donna di un mafioso sarà per te un onore. Significherà aver raggiunto uno status, fare invidia alle tue amiche, “arrivare”.

Camorristi, ‘ndranghetisti,  mafiosi tutto sommato sono uomini d’onore. ..
Forse…
Magari non sono uomini di legge, ma ti puoi fidare. ..
Forse…
Magari hanno altre donne, per sentirsi superiori ad altri uomini, ma amano solo te…
Forse. ..
Magari ti mettono in secondo piano per qualche affare, ma poi alla fine tornano da te…
Forse…
Magari costringono i tuoi figli a seguire le loro orme, ma garantiscono loro un futuro…
Forse …
Forse un futuro di paura e un presente di violenza. ..
Già, la violenza!
Ma perché non ci avevi pensato che quell’uomo lì, il tuo mito, si nutre della violenza, ha come compagna inseparabile la violenza?
Una giusta tassa da pagare per la tua felicità, dici?

E cosa provi quando quelle mani insanguinate ti carezzano il viso? Cosa hai  provato quando hai saputo che ha ucciso quel suo compagno? Non hai paura che la sua violenza colpisca anche te?

Tu, giovanissima, i tuoi sogni bruciati, il tuo mito scolorito, ti sarai certamente chiesta perché lo ha fatto… offrirti ai suoi amici, farti violentare da loro. La violenza verso di te. La violenza di cui ti aveva dimostrato di essere capace, quella violenza che è  tutta la sua vita e che ha invaso irrimediabilmente la tua.

Per lui il mondo è solo da usare e gettare ai suoi scopi… ricordalo prima di accoglierlo nella tua vita.
Non fidarti di lui.
Con lui il tuo sorriso sarà solo finzione e la tua gioia ostentata in realtà sarà inesistente.
Ricordalo!  Salvati, finché sei in tempo!
Fuggi da mafie e mafiosi!

Simona Melorio

1. “Napoli, baby boss fa stuprare la ragazza da 11 amici”, da ‘Corriere della Sera’
2. “‘Ndrangheta, se al figlio del boss è concessa anche la violenza sessuale”, da ‘Il Fatto Quotidiano’

Annunci