Il giorno più bello deve essere speciale. Lei deve sentirsi una principessa, lui un re. Non si bada a spese.  Che tu li abbia o no, i soldi li spendi, la tua famiglia li spende. Il vestito con sette veli  (o senza veli!) per lei, il frack,  tight o gessato per lui. La coppia deve essere perfetta,  la più bella del mondo.  E nulla della cerimonia deve essere lasciato al caso. Gli addobbi in chiesa: meglio non lesinare coi fiori sennò pensano che sei taccagno. Il cibo: deve essere abbondante, eccessivo.  Non importa se desertifichi un vivaio, se macelli una intera mandria o se fai piazza pulita in fondo al mare, nel giorno più bello tutto deve essere “super” e tutti devono accorgersene. Gli invitati devono essere parte di uno spettacolo unico e indimenticabile. È il momento di rivedere lontani parenti, di prendersi la soddisfazione di stupirli, vuoi far vedere loro come si fa. E allora il cantante sulla cresta dell’onda, la bomboniera che pesa di più, i segna posto più scintillanti devono essere tuoi. E poi l’ingresso nella location deve essere sorprendente, scenico, da film. In carrozza, nella limousine,  in barca o in elicottero, almeno. Sì in elicottero e tutti devono saperlo. Il tuo paese deve fermarsi per te. Si deve bloccare il traffico per farti prendere da un elicottero non autorizzato che ti porta via davanti agli occhi ammirati di tutti. E poi in elicottero puoi raggiungere luoghi lontani in poco tempo. Dalla Calabria puoi arrivare a farti le fotografie alle Eolie.  Le Eolie… i loro colori, la loro atmosfera saranno una perfetta cornice per il giorno più bello.
È il giorno in cui due cuori si uniscono, due famiglie ne diventano una sola.  È il giorno degli apparentamenti e in alcune realtà sono proprio quelli che contano,  i matrimoni di stato hanno da sempre sugellato alleanze così come pure i matrimoni di mafia. Per quelli ci vuole un’attenzione in più.  Ci vogliono tanti invitati, tanti colpi di scena e tanta partecipazione, tanta collusione perché tutte le magie pretese avvengano. È il momento per riaffermare il proprio potere, il proprio dominio soprattutto sulle istituzioni.
Va in scena un matrimonio criminale, la disfatta delo stato, le “incredibili loro  relazioni”.
Nel giorno più bello quante brutture!

Simona Melorio

  1. Camorra, il “Boss delle cerimonie” querela e perde. Collegare la “Sonrisa” alla criminalità non è diffamazione

  2. Elicottero al matrimonio, chiesto lo scioglimento per ‘ndrangheta del Comune di Nicotera

Annunci