Tag

, ,

Nella lotta alle mafie non ci sono solo poliziotti e magistrati. Certamente loro rappresentano dei pilastri di una struttura strategica nata in risposta a un problema importante. In questa battaglia ci sono anche e soprattutto i cittadini con le loro scelte. La presenza mafiosa in Italia è legata indissolubilmente alla capacità delle singole organizzazioni di saper disporre e controllare una serie di attività illecite. Tra queste anche la contraffazione di merce, il riciclaggio di denaro “sporco”, l’usura e le estorsioni. Tutte forme di reato che permettono alle mafie di poter accumulare ricchezze e perpetrare nel tempo le attività illecite, finanziandone altre e tenere in vita l’organizzazione.

Dicevamo: ci sono i cittadini. Ovvero coloro che ogni giorno fanno scelte semplici ma determinanti. Coloro che, se informati e consapevoli di queste scelte, posso infliggere un duro colpo alle mafie che vivono di soldi: danaro strappato, quasi sempre, in modo violento dalle mani di imprenditori, commercianti, operatori economici e persone perbene. Se insieme si vince – e di questi ne siamo davvero convinti – anche singolarmente, però, possiamo fare tanto. Immaginate quanto una singola e isolata scelta possa cambiare le cose se messa insieme a tante singole altre.

Consideriamo, ad esempio, il “consumo critico”, semplice formula per affermare la presenza di un cittadino consapevole e determinato. Un modo per dire: “Spenderò i miei soldi solo per far guadagnare chi non appoggia le mafie”. Quindi ciò significa rompere quella catena che “finanzia” costantemente le mafie.

L’undicesima edizione della festa del consumo critico va in questo senso. Il comitato Addiopizzo ha organizzato l’evento dal 30 settembre al 2 ottobre a Palermo. Per riqualificare la centrale piazza Magione, e sottrarla all’incuria, il comitato ha fatto ricorso alle donazioni e allo sconto etico raccolti attraverso gli acquisti compiuti dai cittadini nei negozi della rete di Addiopizzo. Per tre giorni, inoltre, ci saranno incontri, laboratori per bambini, spettacoli e dibattiti con gli operatori economici che hanno detto no al racket.

Un modo per riflettere sull’importanza delle nostre libere decisioni da consumatori.

Alessandro Bottone

1. Legalità: a Palermo la festa di Addiopizzo
2. Palermo: la festa di Addiopizzo a piazza Magione, da venerdì incontri, spettacoli e sport
3. AddioPizzo, gli imprenditori denunciano gli estorsori
4. AddioPizzo, il programma delle giornate a Palermo

Annunci