Ogni giorno la cronaca è ricca di notizie relative a sequestri milionari di beni della criminalità organizzata. Da Nord a Sud è la frontiera del contrasto alle mafie, l’aggressione al loro vero potere: la capacità di accumulare ricchezza, di reinvestirla e moltiplicarla e di utilizzare gli strumenti dell’economia e del mercato per ripulire i loro soldi. Milioni di euro investiti in immobili, azioni societarie, attività commerciali, imprese di servizi. Qual è la differenza tra economia legale ed economia illegale, dove si colloca la linea di confine, qual è il discrimine nelle forme di sfruttamento del lavoro e nel processo di accumulazione della ricchezza?

 

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO.

Annunci