«Diario di viaggio», se per Zanichelli la mafia esiste soltanto a Napoli (Il Mattino)

Il libro si intitola «Diario di viaggio. L’Italia e l’Europa, ambiente e popolazione. Le regioni italiane»; l’ha edito quest’anno Zanichelli e ne sono autori Manlio e Federico Dinucci e Carla Pellegrini. È un corso di geografia per la scuola media e si tratta di un’opera di nuova concezione, capace si prolungarsi su internet grazie a una serie di supporti e aggiornamenti esterni on line. L’editore lo propaganda come testo che mette al centro i problemi ambientali e sociali, e che insomma presenta «la geografia del ventunesimo secolo», e lo fregia dello slogan «10 in leggibilità». Come vedremo, però, forse la «leggibilità» non è tutto. Al capitolo su Napoli si legge fra l’altro: «Il tasso di disoccupazione è fra i più alti d’Italia, specialmente in seguito al processo di deindustrializzazione, completato negli anni 90 con la chiusura del centro siderurgico di Bagnoli, all’estremità occidentale della città. Un altro grave problema deriva dalla scarsa propensione all’investimento di lungo periodo, dovuta alla presenza della camorra, un’associazione criminale organizzata simile alla mafia, che spesso estorce denaro a imprenditori e commercianti».

CONTINUA A LEGGERE SU ‘IL MATTINO’

Annunci

Vaticano: nasce rete globale contro mafia e corruzione (Ansa)

Dopo il Dibattito sulla corruzione svoltosi in Vaticano il 15 giugno scorso, da cui “è emersa la volontà di fare fronte comune contro le diverse forme di corruzione, crimine organizzato e mafia”, la Consulta sulla giustizia del Dicastero vaticano per lo Sviluppo umano integrale costituirà “una rete a livello internazionale“. “La Chiesa nel mondo è già una rete e per questo può e deve mettersi a servizio di tale intenzione con coraggio, decisione, trasparenza, spirito di collaborazione e creatività”, si legge nel documento finale del summit.

CONTINUA A LEGGERE SU ‘ANSA.IT’

È morto a 96 anni Ciro Cirillo (Il Mattino)

Lutto nel mondo della politica. È morto a 96 anni Ciro Cirillo, l’ex presidente della Regione Campania sequestrato dalle Brigate Rosse nel settembre del 1981.

Nato a Torre del Greco il 15 febbraio 1921, impiegato alla Camera di commercio di Napoli, fu esponente della corrente di Gava della Democrazia Cristiana, lungo segretario provinciale del partito negli anni Sessanta. Nel 1969 divenne presidente della Provincia di Napoli, nel 1979, fu eletto presidente della Regione Campania.

Era assessore regionale ai lavori pubblici quando, il 27 aprile 1981, alle 21.45, fu assalito da un commando di cinque uomini delle Brigate Rosse nel garage di casa di via Cimaglia, a Torre del Greco. Durante il conflitto a fuoco con la banda guidata da Giovanni Senzani, furono uccisi l’agente di scorta Luigi Carbone e l’autista Mario Cancello, mentre fu gambizzato il segretario particolare Ciro Fiorillo.

CONTINUA A LEGGERE SU ‘IL MATTINO’

Scomunica ai mafiosi e ai corrotti, ecco il documento del Vaticano (La Repubblica)

“La Consulta non si ridurrà a pie esortazioni, perché occorrono gesti concreti”. E, in particolare, lavorerà per “definire il ruolo della Chiesa e del laicato contro la corruzione, le mafie e il crimine organizzato”. Inoltre, per “approfondire lo studio sulle possibilità di estendere a livello globale – attraverso le conferenze episcopali e le chiese locali – la scomunica ai mafiosi e alle organizzazioni criminali affini. Approfondire, inoltre, la questione relativa alla scomunica della corruzione, attraverso il confronto con le conferenze episcopali e le chiese locali”.

CONTINUA A LEGGERE SU ‘LA REPUBBLICA’

Camorra, più donne e stranieri nei clan (Il Mattino)

Tag

, , ,

Sono giovani, senza una prospettiva di lavoro e pronti a tutto. Vengono spesso da paesi lontani ma per «arruolarli» basta poco. Sempre più stranieri finiscono nelle fila dei clan di camorra tra Napoli e Caserta. Depotenziati dagli arresti e dagli effetti delle varie faide, i gruppi criminali organizzati assoldano una «manodopera» che, a ben guardare, risulta doppiamente conveniente: sia in termini economici che dal punto di vista operativo.

CONTINUA A LEGGERE SU ‘IL MATTINO’.